Vi svelo qualche segreto per avanzare meno possibile quando fate una cena, perchè è bello cucinare per gli altri e non avanzare nulla, specialmente a casa vostra.Innanzitutto, vi consiglio di invitare buone forchette, qualcuno che sappia apprezzare i vostri sforzi e che dia soddisfazione. Chi mangia poco che vi raggiunga dopo cena.

Spiegate cosa avete preparato e fate notare le sfumature e le difficolta nella preparazione. Entrate nel particolare, ma senza esagerare. Offrite piatti semplici da mangiare, preparati con attenzione, per non lasciare scarti nel piatto. Meglio cibi leggeri e mai troppo cotti, serviti alla temperatura giusta e al momento opportuno.

Potete sfruttare il munù in vari modi, una tempesta di assaggi continui e incalzanti ma mai in quantità eccessiva e pronti alla bisogna. Questo vi darà molto da fare, ma la cena si consumerà più velocemente, anche in piedi, puché in un ambiente adatto. In alternativa, potete proporre uno o due piatti dominanti, senza troppi fronzoli, che vi lasceranno il tempo di dedicarvi ai vostri ospiti.

Non esagerate con gli antipasti, se in forno avete qualcosa di buono. Meglio creare aspettativa e stappare una buona bottiglia, magari anche due. L’ospite generalmente è piuttosto timido. Per fare in modo che si senta a suo agio, coinvolgetelo, incoraggiatelo e incuriositelo. Sono rari quelli che prendono l’iniziativa e condiscono l’insalata per tutti, o magari arrivano prima e via aiutano a sgusciare due chili di gamberi.

Quando cucino assaggio tutto, ma durante la cena mangio pochissimo. Così, se un piatto non ha successo mi sazzio di quello. Lo mangio tutto per capire cosa non va e come perfezionarlo. In questo modo si migliora, con svariate scorpacciate dei vostri piatti peggiori. Dosate le quantità e le spezie. Se volete proporre qualcosa di particolare, fate in moso che non sia un piatto predominante.

Lasciate sempre un’alternativa alla carne e al pesce, a base di verdura o formaggi, con le sue infinite varietà, che piò essere offerto come antipasto ma anche dopo una portata di pesce. Per il momento è tutto spero che questi piccoli consigli vi siano stati d’aiuto per la vostra cena o pranzo senza scarti.